fbpx

fabbricato indipendente con cortile giardino circostanti centro clusone

Clusone, Bergamo, Lombardia, 24023, Italia
420.000,00€  
C2005

fabbricato indipendente con cortile giardino circostanti centro clusone

Stabile – fabbricato posto in centro paese di fronte alla stazione ferroviaria, completamente da ristrutturare, adibito ad albergo con possibilità di recupero anche con destinazione residenziale, disposto su 3 piani fuori terra, cortile e giardino circostanti

La consistenza del fabbricato è la seguente:

il fabbricato principale si sviluppa su 3 piani (piano terra, primo e secondo) per un totale di mq. 761,64;

la depandance disposta su piano terra e primo di mq. 215,00 complessivi;

sottotetto, cantine e balconi mq. 344,00;

il giardino e il cortile di pertinenza misura mq. 590.

RECUPERO

L’attuale PGT prevede la possibilità di ristrutturare e riqualificare l’edificio ad uso albergo/ristorante per complessivi mc. 3.700

E’ possibile richiedere il cambio di destinazione d’uso da albergo a residenziale (abitativo), in tal caso la cubatura verrà diminuita nella percentuale del 10/20%, da concordare con il
comune ossia, il totale dei mc. adibiti a residenziale varierà da un minimo di mc. 2960,00 a un massimo di mc. 3.330,00, salvo diverse favorevoli concessioni da parte del comune stesso.

classe g ipe 475,50 kWh/mqa

LA STORIA

La Serenissima

Le vie del centro storico che conducono alla basilica di santa Maria Assunta

La positiva condizione commerciale e produttiva ricevette un ulteriore impulso quando, nella prima metà del XV secolo, si verificò il passaggio dell’intera zona alla Repubblica di Venezia, avvenuto nel 1427 dopo un’espressa richiesta di Bergamo e delle sue valli, e ratificato dalla Pace di Ferrara del 1428. La Serenissima garantì una diminuzione della pressione fiscale ed offrì maggiore autonomia, dando inizio ad un periodo contrassegnato da tranquillità sociale in cui l’intera zona continuò a prosperare.

A livello istituzionale, la gestione del potere era divisa tra i consoli, l’arengo, il consiglio di credenza ed il consiglio di congrega. Il potere di esazione dei tributi comunali, del controllo delle proprietà nonché di rappresentanza nelle istituzioni della valle era esercitato da cinque consoli (tre per Clusone ed uno ciascuno per Oltressenda e Rovetta), mentre gran parte della gestione del territorio ed il controllo dell’operato degli altri organi spettava all’Arengo, assemblea permanente dei capi famiglia, che eleggeva il “Consiglio di Credenza”. Quest’ultimo, composto da 34 “credendari” (o credenzieri), aveva finalità elettive: doveva infatti eleggere i 6 consiglieri di valle, che rappresentavano il comune di Clusone nel consiglio della valle, i due “campari”, che vigilavano sulle terre comunali, il “canepario” (gestore della contabilità), i fattori (che controllavano le finanze comunali), gli ufficiali alle vettovaglie, i compratori ed i venditori di vino, ed i “calcatores” (coloro che gestivano la viabilità di strade e sentieri).

Anche il podestà, massima espressione del circondario che aveva sede proprio a Clusone, poteva essere eletto soltanto previo l’avallo dell’arengo clusonese. Nel 1596, come indicato dalla relazione del comandante veneziano Giovanni Da Lezze, il paese aveva 3564 abitanti e notevoli entrate finanziarie date dall’affitto di pascoli e di molini posti lungo il corso del torrente Ogna, ma anche dal fiorente commercio di lana e panni, di bovini ed equini e di prodotti agricoli. Nel 1636 il territorio comunale subì una grande riduzione, in quanto Villa, Ogna, Piario, Nasolino e Valzurio, ovvero i borghi posti oltre la Senda, la storica strada di collegamento con Ardesio, ottennero la propria autonomia amministrativa, separandosi da Clusone e denominandosi Oltrascenda.

Dalla dominazione francese ai giorni nostri

Palazzo municipale al termine del XIX secolo

Il potere della Repubblica di Venezia ebbe termine nel 1797, in seguito al trattato di Campoformio, quando venne sostituita dalla napoleonica Repubblica Cispadana. Grandi strati della popolazione, guidati da clero e borghesia, non accettarono le idee della rivoluzione di cui i francesi erano portatori, tanto da organizzare episodi di ribellione. Il più eclatante fu quello che vide l’abbattimento dell’albero della libertà, simbolo della rivoluzione stessa, che venne eretto nella piazza di fronte al palazzo comunale. La rivolta fu soffocata da una durissima repressione, che vide con numerosi arresti ed esecuzioni, tra cui quella dell’autore del gesto, tale Luigi Bana di Ardesio.[11]

Il 12 novembre 1801 Clusone fu insignita del titolo di città, per la ricchezza di edifici che ricordano il suo fastoso passato, onorificenza riconfermata il 15 maggio del 1957 dalla Repubblica Italiana.

A livello amministrativo, nel 1809, nell’ambito di un’imponente opera di accorpamento dei piccoli centri ai più grandi, Clusone inglobò nei propri confini comunali i borghi di Oltressenda Alta (Nasolino e Valzurio), Oltressenda Bassa (Villa ed Ogna), Rovetta e Piario. La macro-unione tra i borghi durò poco, dal momento che nel 1816, in occasione del nuovo cambio di governo che vide subentrare l’austriaco Regno Lombardo-Veneto alle istituzioni francesi, questi vennero nuovamente scissi. Il periodo austriaco terminò nel 1861, in seguito all’unificazione del Regno d’Italia, sotto il quale Clusone divenne capoluogo dell’omonimo circondario della provincia di Bergamo.

Il XX secolo vide per la cittadina un periodo di crescente benessere, sviluppando, in sinergia con i paesi limitrofi, una spiccata propensione per il turismo.

 

 

 

fabbricato indipendente con cortile giardino circostanti centro clusone fabbricato indipendente con cortile giardino circostanti centro clusone fabbricato indipendente con cortile giardino circostanti centro clusone fabbricato indipendente con cortile giardino circostanti centro clusone abbricato indipendente con cortile giardino circostanti centro clusone fabbricato indipendente con cortile giardino circostanti centro clusone fabbricato indipendente con cortile giardino circostanti centro clusone fabbricato indipendente con cortile giardino circostanti centro clusone

 

Altre Proprietà

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *