appartamento trilocale ultimo piano con autorimessa senza spese condominiali

Genova Italy
Vendita 98.000,00€ - Appartamento
CS1705 95 2 Camere da letto 1 Bagno 1 Garage

appartamento trilocale ultimo piano con autorimessa senza spese condominiali

PREZZO APPENA RIBASSATO

SOLEGGIATISSIMO, IN CASETTA DI SOLI 3 APPARTAMENTI SENZA SPESE CONDOMINIALI, POSTO AL SECONDO ED ULTIMO PIANO, UNICO SUL PIANO (LIBERO SU QUATTRO LATI), APPARTAMENTO TRILOCALE DI MQ. 85 OLTRE A 2 BALCONI DI MQ. 22 COMPLESSIVI, PANORAMICI CON VISTA COLLINARE, UNA VERANDA DI MQ. 10 CON CAMINO, COMPOSTO DA INGRESSO, SOGGIORNO, CUCINA ABITABILE, DISIMPEGNO NOTTE, 2 SPAZIOSE CAMERE, BAGNO CON VASCA E DOCCIA, AMPIO LOCALE LAVANDERIA IN COMUNE, CANTINA, GARAGE COMPRESO (RIF.CS1705) classe G ipe 326,15 kWh/mqaa

PAVIMENTI E RIVESTIMENTI IN CERAMICA, SERRAMENTI ESTERNI IN LEGNO CON DOPPI VETRI E ANTE IN LEGNO, SERRAMENTI INTERNI IN LEGNO CON INSERTI A VETRO, RISCALDAMENTO AUTONOMO A METANO,, IMPIANTO ELETTRICO CON SALVA VITA, PAVIMENTAZIONE BALCONI APPENA RIFATTA.

LA CASETTA E’ POSIZIONATA NEL CENTRO DELLA FRAZIONE TRIBULINA, SERVITA DA NEGOZI E MEZZI PUBBLICI CITTADINI

STORICITA’

Ie origini

Il paese ha origini greco/romane: lo testimonia, prima il nome, derivante dal gentilizio latino Scantius (traslato in Scanze) e poi Ros, di origine greco/atestina, dal significato “Mazzo di uva” (Ros è ancora in uso nella lingua bergamasca, con lo stesso significato). Il termine “ate”, di origine celtica, significa “villaggio”, da qui il nome di Ros-ate (vedi relazione del Capitano da Lezze della Repubblica di Venezia e i documenti inerenti, sino alla fine del XVIII secolo). Rosciate venne adottato sol nel XIX secolo. Rosciate è quindi un insediamento pre romano e pre celtico. Si pensa che la fondazione di Scanzo sia da collegarsi alla vicinanza del confine dell’impero, che ai tempi di Augusto, pare passasse lungo le pendici del Monte Misma, infatti a Scanzo era posto un castro romano sotto il comando del Tribuno Scanzius, della famiglia degli Scantii.[senza fonte] Il vitigno Moscato di Scanzo, unico moscato a bacca rossa esistente al mondo, dal quale deriva il vino Moscato di Scanzo (Docg),venne introdotto dai Greci all’incirca nel 1000 a.C., con la fondazione del villaggio “Ros”.[senza fonte] Negli anni cinquanta venne rinvenuta una coppa di origine greca, ora esposta al civico Museo Archeologico di Bergamo, oltre a ciò, all’epoca di Torquato Tasso, venne rinvenuta una stele con scrittura greca, che i duchi di Gonzaga richiesero in cambio del autorizzazione di far tornare il grande poeta nella sua terra bergamasca, per curare la sua precaria salute.[senza fonte]

Dopo il periodo di dominazione dell’impero romano, il paese subì numerose invasioni barbariche, in particolare i longobardi, che lasciarono una piccola necropoli (giardino Brentani,) nel quale venne rinvenuto un sarcofago con un guerriero, completo di armatura, che ora trovasi al Civico Museo Archeologico di Bergamo.[senza fonte] Secondo una leggenda, Alarico diresse le operazioni di assedio di Bergamo dal colle denominato “di Alarico”, ora località Castelletto, già residenza dei nobili Ginami, fedeli feudatari dei duchi Visconti di Milano.

Il medioevo

Il medioevo fu un periodo di particolare importanza per il paese, che si trovò in una posizione strategica, alle porte della città di Bergamo e lungo una delle principali direttrici viarie dell’epoca. Testimoni di questo periodo sono le fortificazioni ed i castelli presenti sia a Scanzo che a Rosciate, di cui oggi non resta molto: di grande importanza strategica fu soprattutto la fortificazione della Bastia, sul monte omonimo. Di origine medievale è anche la roggia Borgogna, fatta costruire dal condottiero Bartolomeo Colleoni nel 1473, che solca il centro abitato dirigendosi poi verso le campagne della pianura orientale bergamasca.

L’età moderna

Nei secoli successivi, tra il XVII ed il XVIII secolo i due paesi che fino al 1927 erano del tutto autonomi, conobbero un periodo di prosperità, con le famiglie più in vista impegnate nella costruzione di fastose ville sui colli circostanti al paese. Anche Giacomo Quarenghi nel 1784 fece acquistare un edificio nel centro storico del borgo di Rosciate, predisponendo poi il progetto per la sua ristrutturazione, in parte eseguita. Il muro di cinta in borlanti di questa villa è stato parzialmente demolito nel 2010.

L’età contemporanea

 

Al giorno d’oggi la presenza industriale più significativa sul territorio comunale è rappresentata da un polo chimico di grande importanza, l’insediamento produttivo della Polynt in località Fabbrica, al confine con Pedrengo, che conta attualmente 454 dipendenti e si estende su una superficie di 397.228 m²[3]. Lo stabilimento, adibito alla produzione di anidride ftalica e altri prodotti chimici, è nato nel 1955 come Ftalital, poi Lonza SpA.

Dal punto di vista sportivo, è da ricordare l’esperienza della squadra di pallavolo maschile dell’U.S. Scanzorosciate che, dopo aver conquistato la Coppa Italia di Serie B e la promozione in serie A2 nel campionato 2003-2004, nell’anno successivo ha militato nel campionato cadetto con la denominazione Allegrini Bergamo, retrocedendo però all’ultima giornata. In seguito alla cessione dei diritti sportivi, la prima squadra è ripartita dalle categorie inferiori.

 

Caratteristiche

Altre Proprietà

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *